“Il giglio d’oro”

giglio doro

Autore: Laura Facchi
Casa editrice: DeAgostini
Anno pubblicazione: Ottobre 2017

Una voce nuova sul blog. Emanuela – e questa è la sua prima recensione in assoluto. Il mio augurio per te è che tu non smetta mai di leggere… e anche di scrivere 😉

Trama: Occhi viola come uno smalto Chanel, capelli bianchi come il ghiaccio e una strana macchia dorata a forma di giglio sulla spalla. Astrid è diversa da tutte le ragazze che conosce e l’ha sempre saputo. Per lei quel fiore che brucia sulla pelle è solo una delle tante stranezze che la rendono un tipo da cui è meglio stare alla larga. Nasconderlo è l’unico modo per sentirsi normale. Anche Kami, a miliardi di chilometri di distanza, vorrebbe sentirsi normale. È il figlio del tiranno di Lundea, che ha messo in ginocchio il pianeta, e cerca un modo per riscattare se stesso e il suo popolo. Kami e Astrid non si conoscono, ma sono più simili di quanto potrebbero mai immaginare. Perché Lundea e la Terra sono pianeti gemelli, uniti da un legame indissolubile di energia. Ogni volta che sulla Terra nasce una persona, ne nasce una anche su Lundea, e quando muore, anche il suo doppio subisce la stessa sorte. Nessuno è immune a questo meccanismo, tranne i Gigli d’Oro. Esseri unici e straordinari che ormai stanno diventando sempre più rari. E mentre Kami cerca il Giglio d’Oro che possa salvare la sua gente, Astrid, sulla Terra, scopre l’amore, proprio quando una verità eccezionale e spaventosa la scaraventa sull’orlo di un baratro in fondo al quale la attende una scelta dolorosa. La più dolorosa di tutta la sua vita.

Il Giglio d’Oro, si tratta una storia che ti assorbe nel proprio mondo, si tratta di una lettura che ti permette di isolarti da tutto il resto e di vivere un’esperienza in un altro pianeta, la trama è talmente originale e lo stile di scrittura e talmente scorrevole e chiaro da non permetterti di staccartene. Alla base troviamo un tema molto popolare, si tratta di alieni, troviamo da una parte Astrid una ragazza ignara del tutto delle sue origini di Lundea, un pianeta gemello alla terra che sta cadendo in rovina, per ritrovare a capitoli alterni anche la storia di Kami dandoci non solo un punto di vista anche maschile ma anche di un ragazzo nato e cresciuto del pianeta dal quale Astrid deriva, questi due ragazzi si ritroveranno a fronteggiare due dure realtà dovendo lottare, in entrambe le loro vite ritroveremo la sofferenza, il dolore del tradimento e dell’abbandono ma al contempo stesso speranza, crescita e in particolare nel caso di Astrid – l’amore.  terra lundea

Astrid è un giglio d’oro, una lundeiana con trattai distinti : cappelli bianchi, occhi viola e un giglio d’oro marchiato sulla pelle che quando esposto alla luce solare le fa acquisire dei poteri che le potenziano i sensi, la forza, la velocità, la leggerezza, può sollevare gli oggetti con la mente e per questo anche volare, i gigli d’oro sono molto rari ciò la rende speciale anche per i lundeiani che sono strettamente legati al proprio doppione presente sulla terra, se nasce una persona sulla terra ne  nasce una anche su Lundea se muore uno, l’altro subisce la stessa sorte. Ed è proprio l’inesistenza  di un proprio doppione che rende i gigli d’oro speciali, gli unici in grado di poter viaggiare nello spazio e di arrivare sulla terra vivi.

L’idea di questa storia, il concetto che troviamo alla base è un qualcosa che colpisce, se pensiamo solo al fatto che su Lundea troviamo una sostanza inesauribile in grado di rigenerarsi chiamata nevio che è la fonde alla base di questo pianeta che ci permette in_love_by_sasha_fantom-d41wgm8una tecnologia altamente avanzata e stramba rispetto quella terrena nonostante l’identicità geografica di questo pianeta nel quale troviamo una società governata dall’uguaglianza  finché non nasce una tirannia causata dal padre di Kami.

Di negativo ho trovato che una volta avute le informazioni necessarie sono riuscita a prevedere degli avvenimenti importanti ma tutto ciò viene ricompensato dall’andatura degli avvenimenti che in realtà si rivelano inaspettati e arricchiti da emozioni che risvegliano la propria sensibilità. Troviamo dei momenti d’azione molto avvincenti e a tratti molto dolci. Le storie d’amore  nonostante vengano rese affrettate non  sono il fulcro della storia, vengono trattati anche argomenti come l’amicizia e soprattutto la famiglia.
È molto semplice immedesimarsi in Astrid e nel suo modo di sentirsi fuori luogo rispetto agli altri adolescenti, i capitoli di Kami nonostante scritti in terza persona non ci impediscono di riuscire a fare lo stesso anche con lui.

In conclusione dovete sapere che non si tratta di un libro unico ma prevedere una continuazione perciò se decidete di leggerlo dovrete rendere conto della suspance e dello sclero finale fino alla prossima uscita, tutto ciò però non deve frenarvi dal leggere questo libro perché alla fine di esso ci si ritrova con una bellissima emozione.

E.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...